Day 15: a warm glacier

Day 15-16-17, 31/07/2018-01/08/2018, Magdalenenfjord (79°33’N/11°02’E)

DCIM100MEDIADJI_0003.JPG
Magdalenenfjord

Il punto più a nord del nostro viaggio è Magdalenenfjord: 79°33’N! Siamo arrivati in serata all’entrata di questo stupendo fiordo, che tutti dicono sia il più bello delle Svalbard. Dopo una lunga dormita ci siamo diretti verso il ghiacciaio Gullybreen a circa un’ora di camminata. Questo ghiacciaio nascosto in un piccolo fiordo accanto a Magdalenenfjord si è ritirato talmente tanto da essere diventato ora tre ghiacciai più piccoli. Il tempo era perfetto: sole che ci riscaldava tanto da farci togliere i pesanti strati di vestiti che avevamo indossato per prevenire ogni scherzo meteorologico. Questo però ci ha fatto riflettere sul fatto che, anche se in agosto, si riesce a stare quasi in maglietta a 79°N!

_DSC0277

I cambiamenti climatici sono molto evidenti a grandi latitudini, la temperatura si innalza del doppio rispetto al resto del mondo qui su: se in Europa la temperatura media annuale è di 3°C più alta, nelle regioni polari sarà di 6°C. Questa differenza di temperatura ha senza dubbio effetti devastanti sugli ecosistemi polari scombussolando tutto l’equilibrio che si era stabilito. Spero che questo post vi faccia porre qualche domanda sul vostro modo di vivere e faccia orientare il vostro stile di vita verso uno stile più ecologico e rispettoso dell’ambiente.

_DSC0289

The northernmost point of our trip is Magdalenenfjord: 79°33’N! We arrived in the evening at the entrance of what is said the most beautiful fjord in Svalbard. After a long sleep, we headed towards the Gullybreen glacier, hiking around for one hour. This glacier, concealed in a small fjord near Magdalenenfjord melted in such a way that it has now formed three smaller ones. The weather was perfect; the sun warmed us to allow us to get rid of some of our clothes layers.  This situation made us reflect on the fact that , even if August, we were wearing T-shirt at 79°N!

 

_DSC0296
Gullybreen glacier.

Climate change is more evident at high latitudes, temperatures at double rate compared to the rest of the world: if in Europe the temperature rises by 3°C, in the polar regions it rises by 6°C. Such difference has devastating effects on the polar ecosystems, because it upsets mother nature’s perfect balance.I hope that this post will make you think about your life style and will push you to reflect on how to be more thoughtful towards a environmental-friendly life.

DSC01433

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: